OK

Groupe de Saint-Luc: luce sul rinnovamento dell’arte sacra nella Svizzera romanda

Nella prima metà del Novecento, l’arte della vetrata conosce una vitalità straordinaria che si diffonde all’interno del Groupe de Saint-Luc. Questa società artistica cattolica, nata a Ginevra nel 1919, si propone di rinnovare l’arte sacra e assume dimensioni nazionali a partire dal 1924 con la creazione della Società di San Luca. La sezione romanda segna in modo duraturo il patrimonio culturale dei Cantoni di lingua francese, dove gli artisti e gli architetti che le sono affiliati progettano, decorano e rinnovano decine di edifici religiosi. Tra tutte le tecniche padroneggiate dagli artisti di questo collettivo, le arti vetrarie assumono una posizione preminente. Diversi artisti emblematici che lavorano con il vetro fanno parte del Groupe de Saint-Luc, tra cui Cingria, Poncet, Beretta, Castella, Monnier e Thévoz, oppure gravitano intorno alla società, per esempio Jordan e Gaeng. Sono accomunati dall’uso delle tecniche tradizionali della vetrata, pur integrando nelle loro opere dei materiali e un’estetica moderni e abbinando art déco, cubismo e fauvismo a reminiscenze medievali e barocche. Il progetto punta a fare scoprire l’opera di questi artisti, illustrando il loro approccio artistico e il modo in cui le loro opere s’inscrivono in una concezione globale che accosta l’architettura alle arti decorative nello spirito dell’opera d’arte totale.

Vedi illustrazioni

Fig. 1: Atelier Chiara, cupola in vetro della sacrestia, Sorens, 1935. © Vitrocentre Romont, fotografo Cyrille Girardet.

Fig. 2: Collage fotografico dei lavori del Groupe de Saint-Luc (in: Almanach romand de St-Luc, 1937), 1937.

Fig. 3: Veduta interna della Chiesa di Mézières. © Vitrocentre Romont, Tino Zurbrügg (estratto dal film Yoki: vitrail et lumière, 2021).

Fig. 4: Alexandre Cingria, atelier Kirsch e Fleckner, Assunzione della Vergine (dettaglio), 1938, coro della Chiesa di Attalens. © Vitrocentre Romont, Camille Noverraz.

Fig. 5: Alexandre Cingria, atelier Chiara, Cantico di Fratello Sole (dettaglio), 1940, navata della Cappella della foresteria francescana di San Maurizio. © Vitrocentre Romont, Valérie Sauterel.

Fig. 6: Marcel Poncet, San Francesco predica agli uccelli, opera grafica, 1915, cartone per la Chiesa di San Paolo a Cologny, Ginevra. © Vitrocentre Romont.

Vitromusée Romont Au Château Case postale 150 CH-1680 Romont Tél. +41 (0)26 652 10 95 Fax +41 (0)26 652 49 17 cr:vasb:ivgebzhfrr.pu