OK

Sergio de Castro, atelier Michel Eltschinger, Villars-sur-Glâne, Lucis Creator Optime (copie d’une partie d’un vitrail pour l’église du monastère de Couvrechef-la-Folie à Caen, F), 1957. © Vitromusée Romont.

Ulrich Stückelberger, Unter dem Mikroskop,  2019, © Vitrocentre Romont und Vitromusée Romont, Künstler       

Brigitte Siegrist, Boote, 1996, Vitromusée & Vitrocentre Romont. © Vitrocentre Romont (Photo: Yves Eigenmann, Fribourg)

Riapertura

Stando alla decisione del Consiglio federale del 29 aprile scorso, i musei possono riaprire le loro porte al pubblico a partire dall’11 maggio prossimo. Il team del Vitromusée Romont è lieto di accogliervi nuovamente nelle sale espositive della sua sede a partire dal 12 maggio.

Anche dopo la riapertura, la vostra salute e quella del nostro personale restano la nostra priorità assoluta. Pertanto prenderemo tutte le dovute misure e seguiremo le raccomandazioni del Consiglio federale per accogliervi in un’atmosfera salubre e conviviale.

Leggete qui di seguito che cosa vi attende al Vitromusée dopo la sua riapertura.

Romont e la sua regione – terre del vetro e della vetrata

Sotto questo titolo, in una nuova sezione situata al pianterreno del Vitromusée Romont potete ammirare una selezione di vetrate legate alla regione che mette in evidenza l’importanza della Città di Romont e del suo comprensorio quale centro delle arti vetrarie e della produzione vetraria.

Ulrich Stückelberger – colori e contrasti

Visitate anche la mostra attualmente in corso nella Salle des Baillis del Vitromusée Romont dedicata all’opera di Ulrich Stückelberger. Da oltre un ventennio, la pittura dietro vetro rappresenta un campo di sperimentazione vasto e fruttuoso per il linguaggio visivo astratto di questo artista svizzero. Nelle composizioni di grande e piccolo formato entrano in gioco i colori, con la loro intensità e i loro contrasti. Continua a leggere

Création féminine

Il Vitromusée Romont ha il piacere di invitarvi a scoprire anche la nuova sezione dedicata alla creazione femminile. Fornendo uno sguardo inedito alle sue collezioni, il museo valorizza il lavoro artistico delle artiste vissute in epoche diverse che hanno scelto la tecnica della pittura dietro vetro come mezzo espressivo. Oltre a conoscere le opere di Maria Anna Pfyffer von Altishofen (1737-?), Fride Wirtl Walser (1932), Brigitte Siegrist ed EberliMantel (1972 / 1966) dedichiamo un’attenzione particolare alla produzione di Anna Maria Barbara Abesch (1706-1773), una delle prime artiste svizzere ad avere scelto questa tecnica come mezzo espressivo.

Una dozzina di opere di artiste dal Settecento ai giorni nostri sono esposte in modo permanente per sottolineare l’importanza della creatività femminile nell’arte vetraria. Per guardare il video introduttivo cliccate qui: Création féminine

Vitromusée Romont Au Château Case postale 150 CH-1680 Romont Tél. +41 (0)26 652 10 95 Fax +41 (0)26 652 49 17 cr:vasb:ivgebzhfrr.pu